A quanto pare l’eeepc sta stuzzicando sempre di piu la comunita’ geek e non solo a livello mondiale, infatti fondi vicino ad Asus hanno divulgato la notizia che siano stati venduti circa 350000 unita’ solo nel primo trimestre. Ma il successo di un prodotto, secondo me, non si calcola solo in pezzi venduti ma nel fermento indotto che questo produce. Nel caso dell’eeepc, il fermento a cui mi riferisco, riguarda le numerose distribuzioni linux customizzate che fanno capolino sulla pagina dedicata di eeeuser.com.

Quella che secondo me merita una menzione, dopo le varie versioni basate su Ubuntu, Xubuntu, Fedora, Kubuntu, Puppy linx etc, e’ quella basata interamente su una versione light di Debian con xfce, chiamata eeeOS che installa solo le cose strettamente necessarie al funzionamento del pc, lasciando pieno controllo all’utente sulle applicazioni da installare cosa non da poco date le limitate dimensioni dell’hard disk. EeeOs e’ gia alla seconda versione, l’immagine disco da 391 mb la trovate qui.

Come sempre ne’ io ne’ i ragazzi di eeeos ci assumiamo responsabilita’ su eventuali malfunzionamenti dovuti all’installazione di questo sistema operativo.